Visualizzazione post con etichetta buone notizie. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta buone notizie. Mostra tutti i post

PAOLA DALL'ORTO "CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA" !


"Paola Dall'Orto, fondatrice di Agedo e nostro primo presidente, é stata nominata Cavaliere al merito della Repubblica. Questa onoreficenza conferita dal Presidente della Repubblica è "destinata a dare una particolare attestazione a coloro che abbiano speciali benemerenze verso la Nazione".
Siamo orgogliosi e fieri del riconoscimento per Paola a cui ho espresso le nostre felicitazioni. E' un premio per la battaglia per i diritti delle persone LGBT e per il superamento di stereotipi e pregiudizi assolutamente non scontato in un paese come il nostro.
Speriamo che questo segnale non rimanga isolato ma contribuisca ad una presa di coscienza da parte del potere politico.
Grazie Paola."
Fiorenzo Gimelli
Presidente Agedo Nazionale



Siamo tutti molto orgogliosi di lei e le siamo grati per aver fondato l'associazione AGEDO più di vent'anni fa, in tempi molto più difficili degli attuali, e aiutato migliaia di famiglie di persone omosessuali. Per me e mio marito è stato un privilegio, una fortuna conoscerla e di grande aiuto incontrarla .
 Lei è sempre un punto di riferimento e di ispirazione per tutti i genitori, soci e  collaboratori Agedo che si impegnano, con le loro attività di volontariato, nella prevenzione e per l'abbattimento di ogni pregiudizio nei confronti delle persone LGBT (*) - sia all'interno che fuori delle famiglie - e aiutano quei genitori che, a causa dei pregiudizi, vivono  con disagio e sofferenza l'orientamento sessuale e l'identità di genere dei propri figli. 

A più di vent'anni dalla fondazione di AGEDO,  il nostro compito non è ancora finito. Vogliamo  una società più giusta, più attenta e rispettosa della unicità di ognuno; vogliamo una società che non discrimini - la discriminazione/ omofobia,  è razzismo e causa sofferenze pesantissime ; vogliamo una società che  informi correttamente e in cui ciascuno abbia la possibilità di essere ciò che è , unico, come ognuno di noi.  
Il riconoscimento conferito a Paola  sottolinea l'importanza ed il valore della sua opera, attualissima ancora oggi.
A Paola il nostro ringraziamento, le nostre felicitazioni e il nostro pensiero più affettuoso.
Ti vogliamo bene. Grazie Paola!
Gian Franca Saracino
Agedo Lecce
( * ) Lesbiche, Gay, Bisessuali e Trans

In Gran Bretagna si celebrano i primi matrimoni gay

 di Silvia O.   29-03-2014 

È entrata in vigore la legge sui matrimoni gay, dopo la mezzanotte sono stati celebrati i primi matrimoni
Primi matrimoni gay in Gran Bretagna
La nuova legge che sancisce i matrimoni gay è entrata in vigore in Gran Bretagna tra venerdì 28 e sabato 29 marzo. Subito dopo la mezzanotte sono stati celebrati i primi matrimoni gay: il primo in assoluto è stato quello della coppia Neil Allard e Andrew Wale che si ritengono fortunati a vivere in una parte del mondo relativamente tollerante.
In Gran Bretagna le coppie omosessuali godono degli stessi diritti genitoriali delle coppie eterosessuali: possono infatti adottare bambini, ricorrere alla fecondazione assistita o alla maternità surrogata.
Il premier, David Cameron ha dichiarato che:«non sarà più importante in Gran Bretagna sapere se sei eterosessuale o omosessuale: lo Stato riconoscerà il rapporto nello stesso modo». Dunque un grande traguardo per la società che ha accolto positivamente la legge, non ci sono state infatti proteste come è avvenuto in Francia. Anzi, secondo un sondaggio il 68% dei cittadini britannici si è dichiarato favorevole ai matrimoni tra omosessuali.
Questa legge ha coronato il sogno di molte coppie, come quella di Teresa Millward, 37 anni e la sua compagna, insieme da undici anni. Volevano la loro unione fosse equivalente a quella dei loro genitori.

Il primo sì alle nozze gay era arrivato il 5 febbraio: con 400 voti a favore e 175 contrari la Camera dei Comuni aveva dato il via libera alla legge che autorizza i matrimoni tra persone dello stesso sesso. Il premier si era dimostrato entusiasta dichiarando che la legge avrebbe reso il Paese più forte. 

fonte : http://news.supermoney.eu/cronaca/2014/03/in-gran-bretagna-si-celebrano-i-primi-matrimoni-gay-0079194.html

Il Parlamento di Strasburgo promuove i diritti delle persone LGBTI

Piano europeo anti-omofobia Ulrike vince la sua battaglia
Scritto da Ivo Caizzi, Corriere della Sera
Mercoledì 05 Febbraio 2014 09:47 -
 Dal parlamento di Strasburgo una tabella di marcia per combattere tutte le discriminazioni sessuali
Fonte : Corriere della Sera    www.dirittiglobali.it

STRASBURGO — L’Europarlamento promuove la tutela dei diritti delle persone Lgbti, termineusato per comprendere lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersex. Gli eurodeputatihanno approvato a Strasburgo la richiesta alla Commissione europea e ai 28 governi della Uedi stabilire una specifica tabella di marcia. L’obiettivo è introdurre una politica globale contro
l’omofobia e le discriminazioni basate sugli orientamenti sessuali in «tutte le attività e in tutti i settori» dove è in corso l’elaborazione di politiche future o il monitoraggio dell’attuazione del diritto europeo. Spiccano le sollecitazioni ad intervenire sul bullismo nelle scuole e ad applicarela libera circolazione dei cittadini all’interno della Ue, consentendo di convalidare le unioni tra persone dello stesso sesso quando si trasferiscono da uno Stato membro all’altro.

Le cose cambiano

In edicola e in libreria  un testo che  raccoglie testimonianze  di persone famose e non che incoraggiano soprattutto i/le giovani ad avere speranza, perchè si cresce, la mentalità evolve e le cose cambiano. Da non perdere! E' un progetto contro l'omofobia che riprende in edizione italiana  «It gets better» di Savage - Miller.

Approvato in Inghilterra e Galles il Progetto di Legge sul matrimonio di partner dello stesso sesso !!!



Marriage (Same Sex Couples) Act 2013  

 Fonte : articolo29 : http://www.articolo29.it/2013/marriage-same-sex-couples-act-2013/




19 luglio, 2013



È stata promulgata, avendo ottenuto il Royal Assent della regina, il Same-Sex Marriage Bill, ora Marriage (Same-Sex Couples) Act 2013 che ha introdotto il matrimonio tra partners dello stesso sesso in Inghilterra e Galles. Benché il progetto di legge avesse sollevato controversie e spaccature politiche anche all’interno della maggioranza di Governo, è stato poi approvato da un’ampia maggioranza di Conservatori, Laburisti e Liberal-Democratici, con gli emendamenti apportati dalla House of Lords nella giornata di Martedì (e a tal riguardo è da sottolineare l’importante contributo, giuridico e culturale, dato dai Lords al progetto di legge).
In attesa della pubblicazione ufficiale della nuova legge, si può rilevare in linea generale come il matrimonio tra persone dello stesso sesso sia simile ma non uguale al matrimonio tra persone di sesso diverso. Benché l’Act specifichi che per ‘marito’ si intende anche un uomo sposato con un altro uomo, che ‘moglie’ include una donna coniugata con un’altra donna e che nella nozione di matrimonio si ricomprende anche il matrimonio tra persone dello stesso sesso, permangono infatti ancora alcune differenze. In particolare,

Commissione giustizia della Camera dei Deputati approva il testo base della Proposta di legge contro l'omotransfobia



Il Testo base della Proposta di legge in materia di contrasto all’omofobia e alla transfobia è stato approvato dalla Commissione giustizia della Camera dei Deputati nella seduta del 9 luglio 2013.
Antonio Rotelli, fondatore e presidente Rete Lenford
E’ senz’altro un buon risultato, tuttavia  La Rete Lenford  propone  delle riflessioni in una nota
 http://www.retelenford.it/notapdlomofobiatransfobia

 - nota  che viene ripresa da Ivan Scalfarotto, estensore, primo firmatario, collettore di firme e relatore in Commissione Giustizia:
http://www.ivanscalfarotto.it/2013/07/11/sulla-nota-di-rete-lenford-sul-testo-base-della-legge-contro-lomofobia-e-la-transfobia/?utm_source=twitterfeed&utm_medium=twitter
Ivan Scalfarotto, relatore in Commissione Giustizia

Giornata internazionale contro l'omofobia al Senato della Repubblica : 17 maggio 2013

Il 17 maggio nella Biblioteca del Senato, Sala Capitolare, si è svolta la Giornata internazionale contro l'omofobia e la transfobia. I lavori sono stati aperti dal Presidente del Senato Pietro Grasso, dalla Presidente della Camera Laura Boldrini e dal Ministro per le pari opportunità, lo sport e le politiche giovanili Josefa Idem. Sono intervenuti: Nichi Vendola (Presidente Regione Puglia), Flavio Romani (Presidente Arcigay), Paola Brandolini (Presidente Arcilesbica), Rita De Santis (Presidente AGEDO), Gigliola Toniollo (CGIL Nuovi Diritti -- Ass. radicale Certi Diritti), Regina Satariano (Coordinamento Trans Sylvia Rivera), Giuseppina La Delfa (Presidente Famiglie Arcobaleno), Sandra Nabutemi (attivista lesbica ugandese). Coordinamento di Germana Panzironi, capo di Gabinetto del Ministro per le pari opportunità, lo sport e le politiche giovanili.
per vedere il video clicca qui

lecosecambiano.org

Coraggio! Bullismo e omofobia si possono allontanare e sconfiggere. Non vi abbattete, ragazzi e ragazze! Le cose cambiano, tenete duro! I momenti di difficoltà passano . Sul sito online lecosecambiano.org sono visibili i video antibullismo e i numeri a cui chiedere aiuto in Italia. Le cose cambiano, facciamole cambiare! Siate orgogliosi/e del vostro valore! 

link per ascoltare e raccontare storie

#lecosecambiano, una rete contro bullismo e omofobia



È stata lanciata oggi la versione italiana della piattaforma Usa It Gets Better

 per leggere l'articolo clicca qui


lei disse sì , due donne e un matrimonio


Dopo Palermo, Torino, Firenze, venerdì 3 maggio, alle ore 20.30, le Manifatture Knos (Via Vecchia Frigole 36)  ospitano la tappa leccese di 'Lei disse si', il progetto di Ingrid e Lorenza, due donne che hanno deciso di sposarsi in Svezia il prossimo 21 giugno.  L'incontro con  le ragazze sarà preceduto da un aperitivo alle 19.30.
"Lei disse si" è il racconto dei mesi che precedono il matrimonio di Ingrid e Lorenza, che intendono dimostrare che la loro esperienza è quella di ogni coppia innamorata. Un racconto che parte dal quotidiano, dall'annuncio in famiglia e agli amici, dalla scelta degli abiti, delle fedi, del cibo, dall'aiuto delle mamme ansiose. Un progetto "privato" ma d'interesse "pubblico", che solleva una riflessione sui diritti negati. Per questo Ingrid e Lorenza chiedono a tutti coloro che lo desiderano di contribuire al progetto con interventi, commenti, video e altri materiali che potranno arricchire il blog www.leidissesi.net e il futuro documentario sulla loro esperienza.
Ingrid e Lorenza vi aspettano numerosi. All'incontro parteciperà Gianfranca Saracino - Agedo Lecce, Rosalba Nestore - Casa delle Donne . Introdurrà Michele Bee.
L'iniziativa è sostenuta da Alta Fedeltà, Libreria Ergot, Ass. Soap, Ass. Liberamente e Apertamente, Associazione di Donne I.D.eA.,Casa delle Donne, Ass. Agedo Lecce, Kairos, Manifatture Knos.

Tre le proposte di legge redatte da Rete Lenford per la tutela dei diritti delle persone LGBT !!! !!!



Sono relative al matrimonio egualitario, alla prevenzione e contrasto dell'omo/transfobia e alla modificazione dell'attribuzione di sesso e prendono in considerazione tutti gli aspetti connessi alle varie tematiche ( compresa la copertura finanziaria, là dove necessaria). I testi sono pubblicati sul sito www.eventiretelenford.it . E’ stata chiesta ai candidati la disponibilità a depositarli, calendarizzarli, discuterli ed approvarli in Parlamento, e a persone singole, associazioni, enti, blog, di sostenerli, perchè diventino patrimonio comune e condiviso.

Fonte : Maria Grazia Sangalli , Vice-presidente Avvocatura per i diritti LGBTI  –  Rete Lenford - info@retelenford.it