Il 23 maggio discussione parlamentare sulla legge contro l'omofobia

«Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali» recita l'articolo  3 della nostra Costituzione.
La  Legge Mancino, che regola l'argomento delle discriminazioni,  tra le circostanze aggravanti comuni previste dall'articolo 61 del codice penale, non prevede quella  inerente all'orientamento sessuale.

Dopo la bocciatura del Parlamento di  un testo base  che, invece, si allargava   in tale direzione , presentato Anna Paola Concia e adottato dalla commissione Giustizia  il 2 ottobre 2009, ecco che il 23 maggio sarà discussa nuovamente in aula dai nostri parlamentari.
Speriamo si illumini un po' il buio delle loro coscienze... 
(foto dal blog di Paola Concia  http://www.paolaconcia.it/b/?p=6717)