Tanto di cappello a Don Gallo da credenti e da non credenti!


L'amore per la Verità e la Giustizia lo ha sempre fatto schierare
 dalla parte delle persone discriminate, fra le quali anche quelle
 omosessuali e transessuali. Il suo era Vangelo vissuto e Cristianesimo 
vero, quello inclusivo, quello che predica e davvero mette in pratica
 l'amore. I fondamentalisti cattolici che, guarda caso, occupano
 e hanno occupato sempre posti di potere, hanno mai realmente 
riflettuto sulla contraddizione stridente fra la loro idea di religione, 
il loro anacronistico attaccamento a quelli che chiamano "valori"
 della tradizione e l'esclusione che continuamente affermano, 
ostentano, diffondono, fomentano e praticano così bene e con tanto
 "zelo" verso fratelli e sorelle accusati, non di crimini, ma di essere
 differenti rispetto all'unico modello di amore e di identità che hanno
 in mente?