Dal telegiornale (spagnolo, ovviamente) "La Corte Costituzionale spagnola conferma la legalità di più dei 25.000 matrimoni gay"

"La Corte Costituzionale ratifica la legalità di più dei 25.000 matrimoni gay celebrati in questi sette anni" [El Constitucional ratifica la legalidad de los más de 25.000 matrimonios celebrados en estos siete años] (Spagna 2012, 4 min.): Nel 2005 la Spagna di Zapatero approvava il matrimonio tra persone delle stesso sesso . Nello stesso anno il partito all'opposizone di destra e cattolico (Partido Popular) sollevava dubbi di incostituzionalità alla decisione di chiamare "matrimonio" le unioni civili tra persone dello stesso sesso pur essendo favorevole e chiamarle in altro modo. Il 7 novembre 2012 la Corte Costituzionale spagnola, con ampia maggioranza, ha decretato che è corretto che le unioni tra persone dello stesso sesso si chiamino matrimonio. Questo telegiornale del primo canale nazionale spagnolo (TVE 1) ce lo racconta. A livello internazionale lo stesso giorno la Francia e altri due stati degli USA approvavano i matrimoni gay mentre l'Italia BOCCIAVA la proposta di una semplice legge contro l'omofobia per 'merito' dei voti del PDL, UDC e Lega Nord.

fonte: www.buzzintercultura.org