Comune di Guagnano… Che meraviglia!!!                                 

Approvata all'unanimità la Mozione contro l’omofobia e la transfobia




Dopo quanto approvato nei giorni scorsi in Francia e in Inghilterra, in merito alla legge sui matrimoni gay, appare ancor più evidente il divario fra l 'Italia e gli altri paesi dell' Europa Occidentale. C’è un abisso, non solo in materia di diritti civili, ma anche di tutela della dignità dei cittadini. Brucia ancora l'affossamento da parte del nostro Parlamento  per ben due volte - 2009 e 2012- della proposta di estensione della legge Mancino anche ai reati commessi a danno di qualcuno in ragione del suo orientamento sessuale o  dell’identità di genere (persona omosessuale, transessuale o transgender).

Non si contano gli episodi di insulto, aggressione, violenza a scuola, in famiglia o per la strada  e - ora - anche  via internet. Eppure il Parlamento Europeo, con le sue Risoluzioni del 2006, 2007, 2011, 2012, esorta tutti i paesi dell’Unione a “eradicare” omofobia e transfobia, a tutelare  le persone , a lavorare per la prevenzione e il contrasto a queste forme abiette di offesa alla dignità e, a volte, alla integrità anche fisica; per non parlare dei casi di suicidio , da registrare purtroppo ancora fra gli adolescenti vessati e spaventati. Eppure in questa "notte" italiana brillano piccole luci di civiltà 
  accese oltre che dal senso di giustizia di tantissimi  cittadini consapevoli, anche dalla sensibilità  di amministratori illuminati che dimostrano di essere di tanto più avanti della classe politica che ci ha governati e che ci governa. Di questa luce  si è acceso anche il Consiglio Comunale di Guagnano, un piccolo comune del Salento . Il 31 gennaio scorso, infatti, è stata approvata all’unanimità la Mozione per la prevenzione e la lotta all’omofobia e alla transfobia presentata dai Consiglieri Massimiliano Guerrieri, Giovanni Vito Rizzo e Giuseppe Rizzo.  Si è deliberato a favore della mozione, con l’impegno non solo di invitare governo e parlamento nazionali a varare norme di contrasto alle piaghe sociali dell'omofobia e della transfobia , ma anche di promuovere e realizzare , da parte della Giunta, iniziative sul territorio di Guagnano che coinvolgano istituzioni,scuole e cittadini nella prevenzione e la condanna degli atteggiamenti omo-transfobici. Il senso e l’obiettivo di ciò è lo sviluppo di una cultura in cui tutte le differenze siano valorizzate e considerate ricchezza e naturale varietà della bella umanità a cui noi tutti apparteniamo.
Lottare contro le discriminazioni significa permettere la crescita serena dei giovani, la convivenza pacifica dei cittadini ,la possibilità  per tutti di esprimere al meglio le proprie potenzialità . In poche parole significa favorire il benessere di tutta la comunità. Ed è questo che dovrebbe stare a cuore ai rappresentanti dei cittadini di tutta Italia,  indipendentemente dal colore politico. E’ questo che il Consiglio Comunale di Guagnano ha dimostrato di volere con tale importante delibera e con le iniziative che avrà occasione di realizzare anche con la collaborazione delle associazioni. Come Agedo Lecce, siamo grati e plaudiamo a questo Consiglio illuminato e ai promotori della mozione, coscienti del bene che questa decisione può portare e delle sofferenze che può evitare, se dalle parole si passerà ai fatti. Come volontari che lavorano sul territorio per gli obiettivi che questa mozione così bene rappresenta, ci auguriamo che altri Comuni del Salento seguano questo nobile esempio e offriamo tutta la nostra esperienza e disponibilità.


GianFranca Saracino