Nè Giulietta Nè Romeo ad Aradeo

Bellissima e importante serata ad ARADEO, domenica scorsa!
Invitata  da GIOVANNI MINERBA, mitico creatore e direttore del Festival LGBT di Torino, VERONICA PIVETTI ha presentato il suo primo film da regista "NE'  GIULIETTA  NE'  ROMEO" al Teatro Comunale "D. Modugno".

 Una Pivetti fantastica, di grande umanità e sensibilità. Il suo primo film è interessante e fresco e tratta dell'amore e del desiderio, del bullismo e dell'omofobia, dell'adolescenza , del rapporto genitori-figli e del rapporto tra generazioni, temi che la regista e interprete ha affrontato anche nel dibattito con il pubblico con grande passione, sincerità e sensibilità.Il film diretto da Veronica Pivetti è stato presentato in anteprima al Giffoni Film Festival 2015 ed è uscito nelle sale a novembre 2015.



Afferma Veronica Pivetti : " Sicuramente è una storia vera, non è una storia originale… racconta uno spaccato di realtà diffusissimo, molto più diffuso di quello che pensiamo. Quando sento dire che gli omosessuali sono una minoranza , mi domando chi è andato a contarli…questo è secondo me l’ennesimo sistema omofobo di questo paese, per cui già chiamare una realtà una minoranza la riduce. […] Sicuramente  sono una minoranza quelli dichiarati e poi c’è un mondo sommerso che soffre moltissimo proprio di questo non poter uscire allo scoperto. Questi personaggi sono tutti esistenti, non sono tutti in una famiglia, sono  personaggi conosciuti un po’ da me e in grandissima parte dall’autrice che è Giovanna Grado.”


Giovanni Minerba : "Per Domenica 3 Luglio ho voluto VERONICA PIVETTI al mio paesino - Aradeo (Lecce) per presentare il suo film "Né Giulietta, Né Romeo", al Teatro Comunale "D. Modugno".
"Tra le commedie italiane che in questi ultimi anni hanno scoperto il mondo LGBT, e non sono state poche, questa è sicuramente una delle più riuscite, delle più fresche ed originali, capace di parlare ad un vasto pubblico, riuscendo a divertire mentre fa chiarezza su tanti aspetti e contraddizioni della nostra società.
Come spiega l’autrice Pivetti: “Può una famiglia evoluta, progressista, alternativa al punto giusto, saltare per aria di fronte alla scoperta di un figlio omosessuale? Purtroppo sì, anche se siamo nel 2015" (cit.Cinemagay.it).


Attenta e Appassionata la partecipazione del pubblico!    
GRAZIE a Veronica Pivetti,! Grazie a Giovanni Minerba ! Grazie a Michele Bovino  e al Teatro Modugno di Aradeo e grazie ai tanti soci e amici  di Agedo Lecce che sono intervenuti!